Passa ai contenuti principali

CORNETTI SFOGLIATI COME QUELLI DEL BAR


INGREDIENTI
550 g di farina(metà 0 e metà 00)
10 g di lievito di birra
100 g di zucchero
3 uova
 100 g di burro( io ho sostituito con 90g di strutto)
 1 cucchiaino di sale
 250 ml di latte
buccia di limone e arancia grattugiata
 Per la sfogliatura: 200g burro.
Per spennellare: Latte q.b. e rosso d’uovo  
Sciogliere il lievito nel latte tiepido e mettere in planetaria. 
Aggiungere lo zucchero, la buccia degli agrumi grattugiata, le uova uno alla volta, la farina e infine il burro a temperatura ambiente a tocchetti( io lo strutto). 
Far lievitare l'impasto coperto da pellicola trasparente fino al raddoppio di volume, in forno spento con luce accesa.
Intanto stendere il burro freddo tra due fogli di carta forno e porlo in frigo.
Dopo la lievitazione riprendere l’impasto e stenderlo, adagiare sopra il burro e chiudere a libretto. 
Porlo in frigo per 20 minuti avvolto da carta forno. 
Riprendere il panetto picchiettare sopra col matterello e stendere formando un rettangolo. Piegare verso il centro i due lati più piccoli.
 Riporre in frigo con carta da forno per 40 minuti.(🔹ripetere questo per tre volte).
Stendere il panetto su una spianatoia e formare un rettangolo dal quale ricavare dei triangoli di 3 mm. 
Fare un taglio al centro della base del triangolo di 1 cm e arrotolare fino a formare i cornetti. Far lievitare per circa 2 ore e mezza. 
Spennellare ogni cornetto con il composto di rosso d'uovo e latte e cuocere in forno statico preriscaldato a 180 gradi per 20 minuti.











Commenti

Post popolari in questo blog

CIAMBELLA ALLA PANNA CON FARINA DI MANDORLE E GRANELLA DI NOCCIOLE

RICETTA 4 uova grandi 180 g  di zucchero 200 ml di panna per dolci già zuccherata 300 g di farina 60 g di farina di mandorle 20 g di granella di nocciole 1 bustina di lievito per dolci 1 vanillina  2 cucchiai di rum Montare le uova con lo zucchero per 5 minuti alla velocità massima, insieme alla vanillina. Aggiungere la panna sempre montando alla massima velocità finché l’impasto non si gonfia. Con l’aiuto di una spatola unire la farina di mandorle e la granella di nocciole, il rum e infine la farina setacciata con il lievito.  Versare il composto in uno stampo imburrato e infarinato e cuocere in forno statico preriscaldato a 180 gradi per 40/45 minuti. Fare sempre la prova stecchino prima di sfornare.  

RAVIOLI DOLCI DI RICOTTA E ALCHERMES

INGREDIENTI   Per la pasta  3 uova mezzo bicchierino di rum 1 vanillina 3 etti di farina   3 cucchiai di zucchero. Ripieno  1 kg di ricotta di pecora  mezzo bicchiere di liquore alchermes  5 cucchiai di zucchero  buccia grattugiata di un limone Preparare il ripieno mescolando la ricotta con lo zucchero, il liquore e la buccia del limone. Lasciare riposare in frigo per circa mezz’ora. Preparare la sfoglia:  in planetaria sbattere le uova con lo zucchero, aggiungere la vanillina, il rum ed infine la farina setacciata a più riprese. Stendere la sfoglia con l'aiuto di un matterello e formare dei rettangoli . Versare il ripieno su un lato di ciascun rettangolo, con l’aiuto di un cucchiaio e coprire con l’altro lato. Friggere in abbondante olio di semi di girasole.  Una volta cotti passare nel liquore alchermes  e nello zucchero.

CHEESECAKE CON RICOTTA E MASCARPONE AI FRUTTI DI BOSCO

RICETTA 200  g biscotti oro saiwa 100  g burro  250 g ricotta fresca 250 g mascarpone 3 uova 100 g zucchero 1 vanillina  marmellata di frutti di bosco, more o nutella per la decorazione. Sbriciolare i biscotti e amalgamare con il burro precedentemen te sciolto, pressare il composto su uno stampo a cerniera, foderato con carta forno e mettere in frigo. Montare le uova con lo zucchero e la vanillina, aggiungere la ricotta e il mascarpone e versare nello stampo sopra ai biscotti.  Infornare a 180 gradi  in forno statico preriscaldato per 35/40 minuti.  Preparare la copertura scaldando la marmellata di frutti di bosco con un cucchiaino di acqua e spalmare sul dolce. NOTE la dose indicata è per uno stampo da 22 cm di diametro, per uno stampo da 24/26 consiglio di fare dose doppia altrimenti il dolce verrà più basso.